Storia di un corpo – Daniel Pennac

Quell’ammasso di cellule, nervi, muscoli, ossa, frattaglie varie che ci appare tutti i giorni davanti allo specchio, che nascondiamo o mostriamo senza pudore, che curiamo con dedizione o trascuriamo con noncuranza, con cui volenti o nolenti ci presentiamo agli altri, quella forma talvolta aggraziata, talvolta buffa che ci portiamo allegramente o pesantemente in giro per…

Cari mostri – Stefano Benni

Cari mostri. Il titolo è già emblematico del contenuto del libro: 25 capitoli e altrettanti racconti con un unico fil rouge della mostruosità, umana e non, declinata in tutte le salse e forme. Apparentemente sembrerebbero non esserci sorprese… Il tema è lampante. Tuttavia le storie hanno un’originalità tale da rendere il genere al quale l’autore…

Alice Basso – L’imprevedibile piano della scrittrice senza nome

Imprevedibile sì, ma direi non del tutto. Se oltre al romanzo non avessi letto anche l’intervista all’autrice riportata a conclusione del libro, infatti, sarei rimasta ancorata alle mie perplessità. Non fraintendetemi: il romanzo scivola via in maniera fluida e la narrazione segue un filo logico; la storia è realmente ben strutturata, disseminata di rimandi alla…

A voi la Parola! – 2

Le parole sono importanti, come il buon Moretti insegna. Traducono i nostri pensieri in realtà attraverso le più svariate sfumature linguistiche, ci affascinano e stupiscono. Ma spesso può accadere che ci troviamo costretti ad utilizzarne alcune che proprio non ci vanno a genio, vuoi per il significante, vuoi per il significato. A parer vostro qual…

La mia autobiografia (70% Vera 80% Falsa) – Nino Frassica

Essendo cresciuta a Messina a pane e Indietro tutta (ebbene sì, anche se il programma è durato solo una stagione ha segnato la mia infanzia!), non potevo esimermi dal comprare questo libro. Ci tengo a precisare che per un sano senso di campanilismo sarò spudoratamente di parte. Siete informati e avete facoltà di replica per…

Il talento – Cesare De Marchi

Richiudendo un libro dopo averlo terminato, passo sempre qualche minuto ad assaporare il gusto agrodolce di una storia che si conclude e che lascia dietro di sé una scia di riflessioni ed immagini. Se si tratta di un racconto in prima persona, poi, mi sembra quasi di accomiatarmi da un vecchio amico con il quale,…

La fata carabina – Daniel Pennac

Mettete insieme un simpatico e alternativo gruppetto di vecchietti, una famiglia sui generis, un rampante agente di polizia che indaga sulle morti di anziane donne sgozzate e un complotto che coinvolge degli insospettabili. Fatto? Bene. Mescolate a dovere e otterrete il gustoso racconto che è La fata carabina. Trattandosi di un giallo non posso svelarvi…

Nostalgia canaglia (delle favole!)

Non preoccupatevi, nessuna dissertazione sulla reunion al vetriolo tra Al Bano e Romina, che tutti del resto attendevamo con ansia spasmodica (ammettetelo, non ci avete dormito la notte!). Semplicemente mi sono trovata, per una serie di circostanze e coincidenze, a ripensare alle favole che mio padre mi leggeva da bambina e, riscoprendole adesso, ho potuto…

#ioleggoperché: Natalia

#ioleggoperché leggere crea dipendenza. Bisognerebbe avvisare delle conseguenze cui può andare incontro chi, con imprudenza, si accinge a leggere per la prima volta un libro, proprio come si fa con le avvertenze sui pacchetti di sigarette: “Attenzione, usare senza limiti! Nutre seriamente l’anima”. Ed io sono ormai irrimediabilmente dipendente: non posso più fare a meno…

Raymond Queneau – Zazie nel metrò

Assolutamente anti-convenzionale, quasi al limite dell’assurdo, neologismofilo. Quest’ultimo termine, che non sono sicura esista davvero, vuole solo essere un ‘omaggio’ alla capacità creativa lessicale disseminata nelle pagine di Zazie nel metrò (solo per fare alcuni esempi, si utilizzano termini come ‘sonnivoro’, ‘telefunzionare’, ‘polizioide’) . Si rimane interdetti scorrendo i primi capitoli, è necessario adeguarsi alla…

I cani volano basso – Alek Popov

“Da rotolarsi sul pavimento dalle risate”, recita così la frase stampata sulla copertina. E’ proprio stampata, non possono essersi sbagliati ed aver confuso questo libro con un altro, mi dico dopo aver chiuso l’ultima pagina… Come mi sono ripromessa in passato, un giorno mi cimenterò in una dissertazione sulle indicazioni fuorvianti che abbondano su fascette,…

Fabio Volo – Il tempo che vorrei

Milano. Primo pomeriggio di fine ottobre. Tram storico in una fermata nei pressi del parco Sempione. Chi sale? E’ lui?! Ma sì che è lui! Sono consapevole di avere il mio solito sorriso ebete di quando incontro una qualsivoglia celebrità (ce l’avevo stampato anche quando ho incrociato Malgioglio…) ma cerco di celarlo per evitare di…

Pianoforte Vendesi – Andrea Vitali

Avete presente quelle vecchie cartoline consunte dal tempo che tutti abbiamo ritrovato almeno una volta tra i ricordi di famiglia, con tutte le declinazioni di colore che vanno dal giallo pallido al grigio? Quelle in cui sono rappresentati degli scorci meravigliosi di località arroccate su una collina o su un lago che non riesci bene…

La vera storia di 400 frasi celebri e modi di dire – Sabrina Carollo

Sono sempre lì, pronti all’uso, capaci di condensare un concetto altrimenti troppo prolisso: sono i modi di dire e le frasi ormai entrate nel nostro gergo comune. Ma quanto effettivamente sappiamo della loro origine, quanto del loro significato di fondo e della evoluzione che hanno subito? In questo libro l’autrice ci conduce alla scoperta di…

Un calcio in bocca fa miracoli – Marco Presta

Decisamente scorretto. E per questo praticamente adorabile, un adorabile vecchietto bastardo! Se la vostra idea di vecchiaia coincide con la rassicurante immagine di un dolce uomo canuto che se ne sta tranquillo su un divano con un plaid a discutere con la tv, beh, potete proprio cancellarla… Il personaggio di questo romanzo è decisamente agli…