Esche vive – Fabio Genovesi

Come tutti gli appassionati di libri, nonostante tutti gli stratagemmi messi in atto nel corso degli anni, ho subito parecchie delusioni dovute ad autori noiosi, trame assurde, storie inconsistenti, personaggi insulsi.
Ma a volte si è fortunati. E si incontra casualmente un libro che ci incanta. A me è capitato con questo romanzo di Fabio Genovesi.
Anche se non è semplice spiegare l’alchimia che si crea tra un libro ed il lettore, credo che in questo caso l ‘ingrediente segreto sia la leggerezza con cui l’autore tratta la materia di cui scrive.  Che è semplicemente la vita, con le sue felicità inattese e le sue aspettative deluse, i suoi dolori e le sue rivincite. Senza volerci insegnare nulla l’autore ci regala un testo che ha diverse chiavi di lettura. Si può leggere come un divertente romanzo di formazione o come una metafora dei valori e dei sentimenti che si devono mettere a disposizione per affrontare l’esistenza. In ogni caso si tratta di una lettura piacevolissima, dove più che sorridere spesso si ride di cuore. Continua a leggere “Esche vive – Fabio Genovesi”

American Psycho – Bret Easton Ellis

Questo è un libro che non rileggerò MAI. Assolutamente mai ! Eppure non riesco a scrollarmi di dosso la sensazione che vada letto almeno una volta nella vita.

È un romanzo viscerale, inquietante, disgustoso. Racconta gli anni ’80 di Wall Street, dell’era consumista per eccellenza, dove l’apparenza è tutto, dove la gente vive lontano dalla realtà. E qui si potrebbe obiettare che non è cambiato nulla da allora. Eppure credetemi, gli anni 80 sono co-protagonisti.

Il fulcro del romanzo è però il distacco emotivo e l’incapacità di empatia raccontati nel modo più violento, razzista , sessista, misogino, omofobo, narcisista che ci possa essere. Raccontati attraverso Patrick Bateman.
Continua a leggere “American Psycho – Bret Easton Ellis”

La Signora di Ellis Island – Mimmo Gangemi

La storia mi ha sempre affascinato: epoche più o meno tragiche che si susseguono, strato dopo strato, depositandosi sull’umanità, costruendo lo scheletro, i muscoli, gli organi, la pelle e l’animo degli uomini.

Perdonate quella che vi sembrerà una visione alquanto egocentrica ma, sono dell’opinione che l’alternarsi di vicende, personaggi, guerre, scoperte, drammi e gioie del passato, abbia contribuito e portato materialmente al mio “essere” nel mondo: se io esisto, vivo in un certo modo, penso e parlo con un certo linguaggio è anche merito degli antichi egizi … dei romani … di Dante … di Cristoforo Colombo … di Giuseppe Garibaldi … e di tutti quegli anonimi che con la loro vita “qualunque” hanno permesso la creazione del mio “mondo qualunque”. Continua a leggere “La Signora di Ellis Island – Mimmo Gangemi”