Nostalgia canaglia (delle favole!)

Non preoccupatevi, nessuna dissertazione sulla reunion al vetriolo tra Al Bano e Romina, che tutti del resto attendevamo con ansia spasmodica (ammettetelo, non ci avete dormito la notte!). Semplicemente mi sono trovata, per una serie di circostanze e coincidenze, a ripensare alle favole che mio padre mi leggeva da bambina e, riscoprendole adesso, ho potuto notare che erano decisamente sui generis… Oltre ai must come “Biancaneve”, “Cenerentola” e “La bella addormentata nel bosco”, che hanno radicato nella mente di generazioni di bambine l’idea illusoria e perversa di un principe che ci avrebbe liberato da incantesimi vari e dalla schiavitù delle faccende domestiche, le favole a cui sono particolarmente legata sono di tutt’altro genere. “Il gatto con gli stivali” (compresa nelle storiche ‘Fiabe sonore’- A mille ce n’è nel mio cuore di fiabe da narrar), per esempio, era una tra le mie preferite e sempre di un gatto trattava la serie di audiocassette di “Gobbolino”, il simpatico stereotipo del gattino nero di una strega che vorrebbe tanto diventare un gatto di casa. Felini a parte, il mio libro preferito in assoluto, quello che conservo come una reliquia, ormai ingiallito dal tempo e con la copertina tenuta insieme dallo scotch, è la collezione de “Il raccontafiabe” di Luigi Capuana. Continua a leggere “Nostalgia canaglia (delle favole!)”

Dal libro al film: Il giardino segreto vs Il giardino segreto

Questo romanzo senza tempo, ambientato nell’Inghilterra del ‘900, figurava nell’elenco dei classici per ragazzi tra cui l’insegnante di mio figlio ha detto ai bambini della classe di scegliere le loro letture estive.
Anche io avevo letto questo romanzo da ragazzina e avendone un piacevole ricordo, l’ho letto insieme a mio figlio molto volentieri.

La piccola Mary Lennox, di origini inglesi ma nata e cresciuta in India, è una bambina terribilmente viziata ma anche molto sola, che improvvisamente perde i genitori e viene mandata presso uno zio che vive in una enorme casa nella brughiera inglese. Mary è una bambina abituata ad essere servita e riverita nonché accontentata in ogni piccolo capriccio purchè rimanesse lontana il più possibile dai genitori, che di lei non si occupavano minimamente. Continua a leggere “Dal libro al film: Il giardino segreto vs Il giardino segreto”

Geronimo Stilton

Quando è nato Gabriele, ho letto e sentito da più fonti che dare in mano ai bambini fin da subito libri adatti alla loro età ne avrebbe fatto ragazzi e poi adulti inclini alla lettura. Certo, è l’ambiente in cui crescono e il carattere stesso dei ragazzi che influiscono poi alla fine, ma uno ci prova e i libri per bambini e ragazzi sono davvero bellissimi e ce ne sono di tutti i tipi e generi.

Fortunatamente Gabriele ha apprezzato fin da subito i libretti morbidi e colorati che gli ho messo in mano da neonato e siamo poi passati per i libri leggi-e-tocca (grande invenzione!!) per approdare infine a quello che secondo me invoglia moltissimo i bambini a leggere: Geronimo Stilton! Continua a leggere “Geronimo Stilton”