Shameless

Mi cimento in una recensione nuova, mai sperimentata prima; perciò prendete con le pinze quanto sto per scrivere. Non sono un grande appassionato di cinema, né tantomeno di serie televisive, eppure, negli ultimi anni seguo con grande interesse una serie chiamata: Shameless.
Il serial è senza dubbio disdicevole, volgare, estremo, politicamente scorretto e per questo è: il mio preferito.
La serie è ambientata a Chicago, più precisamente nell’estrema periferia; nei sobborghi per intenderci, dove tutte le vicende sono vissute dalla famiglia Gallagher: il più dissennato nucleo familiare mai apparso sul piccolo schermo.
Lontani anni luce dalla “Famiglia Bradford” o da quella piccola rivincita afro-americana imborghesita, denominata come “I Robison”. Continua a leggere “Shameless”