I pesci non chiudono gli occhi – Erri De Luca

i-pesci-non-chiudono-gli-occhi-erri-de-luca-libriSomiglia quasi ad una fiaba questo testo di Erri de Luca.
La dimensione è quella del ricordo dello scrittore sulla sessantina che riflette su un periodo ben definito della sua vita: l’estate dei suoi dieci anni.
Lo sfondo è il mare di una sfavillante isola napoletana.
Il tempo è quello del dopoguerra, alla fine degli anni ’50.
Alcuni di questi aspetti mi sono cari perché mi riportano ai racconti dell’infanzia di mio padre, un’infanzia, almeno nel suo caso, spensierata e che consentiva di essere bambini nel vero senso della parola: i giochi inventati per strada, le riunioni tra vicini per vedere le prime trasmissioni televisive, la possibilità di girovagare liberamente per la città pur rispettando gli orari, il senso della famiglia, il tempo scandito da ritmi più naturali. Essere bambini a quel tempo per molti ha significato esserlo in maniera totale, è una cosa che mi ha sempre affascinato… E’ per questo che amo particolarmente film e libri ambientati in quegli anni, perché mi riportano a questa sensazione piacevole dei ricordi di mio padre. Continua a leggere “I pesci non chiudono gli occhi – Erri De Luca”

La mennulara – Simonetta Agnello Hornby

Prima di leggere questo romanzo conoscevo solo superficialmente Simonetta Agnello Hornby. Così come si può conoscere ad ammirare una donna italiana che ha successo all’estero per il suo impegno come avvocato nel diritto di famiglia e la sua passione nella difesa dei minori e dei più deboli in particolare.

Ma non avevo mai letto nulla di suo, supponendo, a torto, che tra i numerosi impegni non le rimanesse il tempo di dedicarsi seriamente alla scrittura. Oppure, lo confesso, che scrivesse di argomenti molto seri ma anche pesantissimi da affrontare.
Niente di tutto questo.
“La mennulara “e’ un romanzo piacevolissimo da leggere, coinvolgente ed arguto oltre che scritto benissimo. Continua a leggere “La mennulara – Simonetta Agnello Hornby”

Dal Libro al Film: La leggenda del pianista sull’oceano vs Novecento

Il libro
Il libro

Mettere a confronto un libro con un film non è così semplice: i piani narrativi sono di per sé diversi perché diverso è il pubblico a cui sono diretti. Inoltre le dinamiche che ruotano intorno alla trasposizione cinematografica sottostanno maggiormente a leggi commerciali che possono influenzare le scelte di registi e sceneggiatori. Nei casi più estremi, affermare che un film è ‘tratto’ da un libro risulta quasi una forzatura proprio perché la storia viene stravolta al
punto tale che dell’originale rimane solo un pallido accento.

Per fortuna tutto ciò non è accaduto con La leggenda del pianista sull’oceano di Giuseppe Tornatore, un regista che io amo profondamente per il suo modo di rendere vive le storie che dirige, il quale riprende fedelmente il testo di Alessandro Baricco Novecento. Dico ‘per fortuna’ perché la storia di Novecento è così perfetta com’è stata concepita che modificarne il contenuto avrebbe significato quasi violarne il senso poetico di fondo. Continua a leggere “Dal Libro al Film: La leggenda del pianista sull’oceano vs Novecento”