Anatomia di un assassinio: Kennedy – Philip Shenon

Il 22 novembre di cinquant’ anni fa, un uomo affascinante e molto noto della società bene dell’epoca, sposato con una donna elegante e raffinata che sarebbe poi diventata un’icona di stile,nonché 35mo presidente degli Stati Uniti, moriva, lasciando la sua condizione di uomo, seppur importante in quanto presidente, ed entrando nel mito.
John Fitzgerald Kennedy moriva cinquant’anni fa, sotto gli occhi di quanti si erano recati a salutarlo lungo il percorso diventati cosi attoniti testimoni dell’accaduto, a bordo della limousine presidenziale che scivolava lentamente al centro del corteo organizzato quel giorno a Dallas per raccogliere consensi per la prossima campagna elettorale con cui Kennedy sperava di essere rieletto. Continua a leggere “Anatomia di un assassinio: Kennedy – Philip Shenon”

Per il tuo bene – Rocco Carbone

Ci sono libri che lasciano aperte tante domande. Che sembrano dire: “questa era la loro storia, e invece la tua?”, costringendoti a spalancare gli occhi e a rileggere più volte le ultime righe, perché – accade spesso- si ha come la sensazione di non aver capito qualcosa. Eppure le parole di Rocco Carbone sono limpide, precise, selezionate con la cura di un linguista, quale in effetti era. Davanti alla straordinari forza che si può dimostrare in un’esperienza di dolore, di amicizia, di amore, però, molti  interrogativi restano comunque.

Bruno e Gilberto sono due uomini come tanti, che potremmo aspettarci di incontrare per strada senza notarli nemmeno. Nessuno sguardo penetrante, nessuna movenza da dongiovanni, tutto nella norma. Continua a leggere “Per il tuo bene – Rocco Carbone”

E sarà bello morire insieme – Manuela Salvi

Ho cercato “E sarà bello morire insieme” in due o tre librerie dopo aver ricevuto il consiglio di una mia cara professorressa del liceo, senza riuscire a trovarlo – eppure avevo letto su internet che è
entrato a far parte della collana Oscar Mondadori Bestellers. Fino a che il commesso di una libreria in cui stavo facendo un altro tentativo mi dice: “Devi cercare tra i libri per ragazzi”.

Credo non ci siano problemi nel definire “E sarà bello morire insieme” un romanzo di formazione, è uno di quei libri che lasciano sempre un segno negli adolescenti, un profondo ricordo come solo le letture giovanili sono in grado di fare. E proprio per questa attenzione diventa un romanzo in grado di farci appassionare, commuovere e riflettere anche se siamo un po’ più grandi. Continua a leggere “E sarà bello morire insieme – Manuela Salvi”

Bianca come il latte rossa come il sangue – Alessandro D’Avenia

Aprite una pagina qualsiasi del libro e leggetene una frase. Anche una di quelle corte corte, senza neanche un verbo, composte da solo una parola. La mia recensione di “Bianca come il latte rossa come il sangue” potrebbe finire qui, perché è in questo modo che il libro mi ha catturata: con la forza delle sue parole, parole ricche di sangue, di sogni, di bellezza.

Il libro ha al centro una storia d’amore, ma non quella tra un ragazzo e una ragazza. O meglio, c’è anche questa, ce ne sono due, ma la principale storia d’amore che è raccontata nel libro è quella per la vita. A sedici anni Leo ha un sogno, e il suo sogno è il suo amore per Beatrice, una ragazza dai capelli rossi come l’amore con la quale prima o poi troverà il coraggio di parlare. Continua a leggere “Bianca come il latte rossa come il sangue – Alessandro D’Avenia”

Io che amo solo te – Luca Bianchini

Ecco un libro perfetto da portare in vacanza, anche se per un solo weekend, purché andiate al mare. Amanti della montagna astenetevi perché non ve lo godreste appieno. Il complemento ideale per la lettura di questo romanzo è il relax totale, accompagnato dallo sciabordio del mare nonché, (ma è un optional), da una leggera brezza.

Intanto la storia è ambientata in Puglia, più precisamente a Polignano a Mare. Come dire in un luogo incantato, dove la natura, la luce, i colori sono così prepotenti che tolgono il fiato. Ed è la storia del matrimonio, dalla vigilia al giorno successivo all’evento, di Chiara e Damiano. Ma tra preparativi, addio al celibato pensamenti e …ripensamenti si dipana anche la storia tra Ninella, la mamma di Chiara, e don Mimi’, il padre dello sposo, che ebbero da giovani una storia d’amore passionale ma finita tragicamente. Proprio per questo motivo, benché entrambi poi abbiano continuato la loro vita senza più neppure parlarsi, tutti gli occhi del paese ora sono puntati su di loro. Anche perché questo sarà il matrimonio dell’anno, i preparativi durano da più di due anni e la famiglia di don Mimi’ e’ una di quelle che contano in paese. Continua a leggere “Io che amo solo te – Luca Bianchini”

Dal Libro al Film: The Help vs. The Help

Dolce e morbida come una sofficissima torta al cioccolato, ma anche amara e scura come il cioccolato fondente stesso al centro della torta: questo è “The Help”.

Il primo romanzo di Kathryn Stockett, ambientato nel sud degli Stati Uniti nel 1962, narra di amicizia, di passione, di voglia di riscatto e di altruismo, ma narra anche di cattiveria, di inciviltà e di ignoranza.

Il nocciolo del racconto è rappresentato dalla famosissima torta di Minny Jackson, domestica nera nota per la sua arte culinaria, e della “grande porcata” architettata ai danni della sua padrona, Miss Hilly “due fette”. Continua a leggere “Dal Libro al Film: The Help vs. The Help”

L’alchimista degli strati – Carlo Sgorlon

Aprire un libro significa stabilire una nuova relazione. Nei rapporti interpersonali spesso accade che un nuovo incontro inizi non nel migliore dei modi, ma che poi si evolva in maniera inaspettata. Ed è proprio quello che mi è capitato con la lettura de L’alchimista degli strati di Carlo Sgorlon. Un incontro casuale in un reparto di libri ultra scontati in cui solitamente si trovano testi poco conosciuti (almeno quello in questione lo era per me), ma non per questo da considerare poco degni di nota.
Banalmente sono stata attratta dal titolo, ma ho subito compreso che del suo omonimo più famoso c’era ben poco…

Continua a leggere “L’alchimista degli strati – Carlo Sgorlon”