I cani volano basso – Alek Popov

“Da rotolarsi sul pavimento dalle risate”, recita così la frase stampata sulla copertina. E’ proprio stampata, non possono essersi sbagliati ed aver confuso questo libro con un altro, mi dico dopo aver chiuso l’ultima pagina… Come mi sono ripromessa in passato, un giorno mi cimenterò in una dissertazione sulle indicazioni fuorvianti che abbondano su fascette, pubblicità, quarte di copertina e affini… Per il momento, però, mi riferirò solo a questo testo.
“Da rotolarsi sul pavimento per le risate” presuppone che colui/colei che legge debba davvero spanciarsi dalle risate pagina dopo pagina o perlomeno avere uno di quei crampi ai muscoli del viso che ti prendono quando sorridi per un periodo abbastanza prolungato. Questa frase è stata la costante compagna della mia lettura, sebbene latitante: l’ho ritrovata solo a sprazzi, ci siamo strette la mano e poi ognuna per la sua strada.

Continua a leggere “I cani volano basso – Alek Popov”