American Psycho – Bret Easton Ellis

Questo è un libro che non rileggerò MAI. Assolutamente mai ! Eppure non riesco a scrollarmi di dosso la sensazione che vada letto almeno una volta nella vita.

È un romanzo viscerale, inquietante, disgustoso. Racconta gli anni ’80 di Wall Street, dell’era consumista per eccellenza, dove l’apparenza è tutto, dove la gente vive lontano dalla realtà. E qui si potrebbe obiettare che non è cambiato nulla da allora. Eppure credetemi, gli anni 80 sono co-protagonisti.

Il fulcro del romanzo è però il distacco emotivo e l’incapacità di empatia raccontati nel modo più violento, razzista , sessista, misogino, omofobo, narcisista che ci possa essere. Raccontati attraverso Patrick Bateman.
Continua a leggere “American Psycho – Bret Easton Ellis”

Pista Nera – Antonio Manzini

Durante la convalescenza – mi sono dovuta disintossicare a seguito di una crisi acuta di abuso di ruzzle – ho letto alcuni libri che non hanno lasciato il minimo ricordo. Tutti a parte questo giallo di Antonio Manzini che si legge tutto di un fiato.
Protagonista di Pista Nera è Rocco Schiavone, vicequestore da poco trasferito da Roma ad Aosta. Quando a Champoluc viene rinvenuto il cadavere di un uomo investito da un gatto delle nevi, Rocco si trova ad indagare in un ambiente a lui completamente estraneo. Il freddo intenso, la neve, la mentalità della piccola comunità montana sono per la sua indagine ostacoli altrettanto insidiosi degli espedienti messi in atto dall’assassino per coprire le proprie tracce. Continua a leggere “Pista Nera – Antonio Manzini”

Parti in fretta e non tornare – Fred Vargas

Parti in fretta e non tornareDopo la delusione del libro, al rientro a casa mi sono buttata su un usato sicuro rileggendo questo giallo della Vargas che mi ricordavo molto bello. In effetti non delude anche ad una seconda lettura perché in questo caso l’autrice riesce a mantenere un equilibrio perfetto tra la concretezza insita nel genere stesso e la sua propensione per tutto ciò che e’ fantasia, leggenda magari legata ai luoghi francesi e spesso bretoni in cui ambienta i suoi romanzi.
In questo caso siamo a Parigi e non certo la città metropolitana ma quella dei quartieri più pittoreschi così come pittoreschi sono i personaggi che li abitano. E anche strani e bizzarri ma il modo in cui la Vargas li descrive e’ molto affascinante. Non solo non li dimentichi ma diventa un vero piacere aspettare la prossima avventura del commissario Adamsberg, lo spalatore di nuvole, e del suo vice , il concreto Danglard perché anche se l’intrigo dovesse essere deludente sicuramente non lo sarà questa parte del romanzo.

Continua a leggere “Parti in fretta e non tornare – Fred Vargas”

Il Mistero di rue des Saints-Pères – Claude Izner

Il Mistero di rue des Saints-Pères di Claude Izner [pseudonimo delle sorelle Liliane Korb e Laurence Lefèvre] è un giallo storico ed elegante, ambientato a Parigi nel 1889, ed ha come sfondo i padiglioni dell’Esposizione Universale e l’inaugurazione della Torre Eiffel.

Il protagonista è Victor Legris, proprietario di una libreria in rue des Saints-Pères. Suo malgrado si troverà coinvolto con una serie di morti misteriose causate, sembrerebbe, dalla puntura di un’ape. Ma sarà davvero così ? Continua a leggere “Il Mistero di rue des Saints-Pères – Claude Izner”

La Verità del Serpente – Gianni Farinetti

Ma quanto e’ bravo Farinetti a descrivere le atmosfere, i luoghi, le emozioni. Ti porta nella Venezia settembrina del festival del cinema e ti ritrovi a camminare nelle calli, a guardare lo scorrere delle nuvole come se ti trovassi proprio li’. E ritrovi i personaggi dei suoi romanzi che, come in un fil rouge, passano da un libro al successivo. In questo c’è Sebastiano Guarienti, già incontrato nel primo libro di Farinetti che ho letto – Un delitto fatto in casa – e che consiglio vivamente. Continua a leggere “La Verità del Serpente – Gianni Farinetti”