Storia di un corpo – Daniel Pennac

Quell’ammasso di cellule, nervi, muscoli, ossa, frattaglie varie che ci appare tutti i giorni davanti allo specchio, che nascondiamo o mostriamo senza pudore, che curiamo con dedizione o trascuriamo con noncuranza, con cui volenti o nolenti ci presentiamo agli altri, quella forma talvolta aggraziata, talvolta buffa che ci portiamo allegramente o pesantemente in giro per il mondo, il nostro corpo, è il fondamento di questo libro.
Pennac, da quando ho avuto la fortuna di scoprirlo, mi riserva sempre quella piacevolezza dello stupore che deriva dall’originalità. Continua a leggere “Storia di un corpo – Daniel Pennac”

Come un romanzo – Daniel Pennac

Pennac, chi era costui…! A volte un nome illustre può metterci in soggezione a tal punto da evitare di prendere in considerazione quel titolo (anche Umberto Eco mi fa questo effetto, non so perché!). D’altro canto, sono sincera, un buon 25% di sconto riesce spesso a dare una spinta per rompere il ghiaccio e, come in questo caso, consentirti di capire che avevi sbagliato e che il tuo pregiudizio mentale era infondato. Inoltre se ci si ritrova di fronte ad un testo in cui l’autore sta parlando proprio a te, che si riferisce al lettore non come entità astratta ma come effettivo partecipante e fine ultimo di un libro, allora ti sembra di aver sbagliato due volte.
Dopo questo mea culpa, andiamo al sodo.
‘Come un romanzo’ è un saggio, un’argomentazione sul piacere della lettura e sul nostro rapporto con il testo. Continua a leggere “Come un romanzo – Daniel Pennac”