American Psycho – Bret Easton Ellis

Questo è un libro che non rileggerò MAI. Assolutamente mai ! Eppure non riesco a scrollarmi di dosso la sensazione che vada letto almeno una volta nella vita.

È un romanzo viscerale, inquietante, disgustoso. Racconta gli anni ’80 di Wall Street, dell’era consumista per eccellenza, dove l’apparenza è tutto, dove la gente vive lontano dalla realtà. E qui si potrebbe obiettare che non è cambiato nulla da allora. Eppure credetemi, gli anni 80 sono co-protagonisti.

Il fulcro del romanzo è però il distacco emotivo e l’incapacità di empatia raccontati nel modo più violento, razzista , sessista, misogino, omofobo, narcisista che ci possa essere. Raccontati attraverso Patrick Bateman.
Continua a leggere “American Psycho – Bret Easton Ellis”