Romeo+Giulietta – Baz Luhrmann

il

Vent’anni fa un ragazzo davvero notevole in tutti i sensi accettava di calarsi nel ruolo dell’innamorato più famoso di sempre, diretto da un regista che fa dell’eccesso un segno distintivo dei suoi film. L’anno dopo quel ragazzo interpretava il ruolo che lo avrebbe consacrato nel firmamento di Hollywood, portandolo, film dopo film al premio Oscar, mentre quel regista sarebbe diventato famoso sempre per una storia d’amore ma ambientata nella Parigi di inizio secolo. E fino a poco meno di vent’anni fa io di Romeo e Giulietta avevo visto solo l’adattamento cinematografico di Franco Zeffirelli, grande regista nostrano che aveva riprodotto esattamente ambientazioni e dialoghi cosi come li aveva scritti l’autore, il grandissimo Shakespeare del quale di recente si è ricordato il quadricentenario della morte. Proprio per quest’occasione, oltre alle celebrazioni e ai tributi a Londra e a Stratford Upon Avon, paese natale del Bardo, amazon e le altre piattaforme di lettura digitale, hanno messo in commercio, appunto in formato elettronico, un volume che contiene tutte le opere teatrali di Shakespeare, sonetti e poesie compresi. Per chi non conoscesse la storia d’amore più romantica e drammatica di sempre, faccio un breve riassunto: siamo in epoca medievale, a Verona, dove troviamo due ricche e potenti famiglie, i Montecchi e i Capuleti, che vivono odiandosi reciprocamente. L’odio passa alla generazione più giovane e non è raro vedere gli esponenti di entrambe le famiglie che duellano per le strade di Verona. Se non che, Romeo Montecchi e Giulietta Capuleti si innamorano e decidono di sposarsi in segreto. Ma a causa di una rissa sfociata nel dramma, Romeo deve allontanarsi da Verona mentre Giulietta viene costretta a nozze forzate. Solo l’intervento del frate confessore di entrambi salva Giulietta dalle nozze, ma lo stratagemma da lui ideato non riesce a causa di coincidenze che si riveleranno fatali e i due giovani e sfortunati amanti trovano la morte proprio nel luogo dove, sempre segretamente, avrebbe dovuto iniziare la loro vita insieme. Romeo e Giulietta è la capostipite delle storie d’amore travagliate e senza tempo che è stata trasposta cinematograficamente molte volte, passando per il teatro e il balletto classico e a cui si fa riferimento, direttamente o indirettamente in molte pellicole: mi viene in mente per esempio West Side Story. Le trasposizioni cinematografiche, dicevo, sono state tante ma tutte hanno in comune l’ambientazione fedele al testo. La versione di Baz Luhrman, di cui ho il dvd in edizione speciale in cartonato, ricca di foto del film e inserti speciali tutti da vedere ( grazie Elena! 🙂 ), porta Giulietta e il suo Romeo in epoca moderna, rimanendo fedele a Shakespeare solo nei dialoghi. La nostra Verona rinascimentale diventa un sobborgo di Los Angeles, chiamato Verona Beach, dove svettano i grattacieli delle aziende dei Montecchi e Capuleti, i quali girano per le strade sopra macchinoni dal motore truccato e con le pistole, che sostituiscono le spade, sempre nel fodero e dove comunque tutti hanno familiarità con esse, Giulietta inclusa. Il film si apre con una rissa, dalla quale Romeo (interpretato appunto da un Di Caprio ventenne e bello come il sole) si tiene lontano a causa delle pene dell’amore non corrisposto per tale Rosalina. Per consolarlo i suoi amici gli propongono di partecipare alla festa in maschera prevista per quella sera a casa Capuleti, dove Romeo incontrerà il suo grande e vero amore, Giulietta, interpretata da Claire Danes, apprezzata attrice di film non facili e serie Tv, qui appena sedicenne. Di Caprio e Danes, sono perfetti e bellissimi insieme, degni eredi di Olivia Hussey e Leonard Whiting, reclutati nel film di Zeffirelli.
La dichiarazione d’amore tra i due ragazzi qui si sposta dal balcone alla piscina ed è molto dolce e romantica come la scena del primo bacio scambiato durante la festa. E cosi come tutto è dolce e romantico quando ci sono le scene in cui Romeo e Giulietta sono insieme cosi tutto diventa drammatico e disperato quando l’azione cambia e assistiamo alle risse tra Montecchi e Capuleti, fino a quella fatale in cui Tebaldo, cugino di Giulietta, uccide Mercuzio, amico di Romeo e Romeo, sanguinante per le botte ricevute da Tebaldo, cerca e trova la sua vendetta uccidendo Tebaldo. E il destino si compie: Romeo fugge, Giulietta deve ricorrere all’aiuto di frate Lorenzo, che cerca di avvertire Romeo del suo intervento ma senza successo e il frate e tutta Verona Beach assistono impotenti alla morte dei due giovani che non possono vivere uno senza l’altro. E non amplio il discorso: questa parte della storia dovete scoprirla da soli. Baz Lurhmann è un regista molto particolare: adora le situazioni corali e un pò confusionarie che assumono a volte connotati grotteschi, adora i contrasti che spinge all’ eccesso-in questo film accanto al facile ricorso alla violenza sottolineato dall’uso delle armi, troviamo la presenza costante di simboli religiosi: l’enorme statua di Gesù nella piazza tra un palazzo e l’altro, le armi nelle cui impugnature trova posto la figura della Madonna, i tatuaggi a tema religioso impressi sui corpi dei ragazzi e di Frate Lorenzo, il lungo corridoio disseminato di croci luminose che porta all’interno della tomba della famiglia Capuleti, l’enorme statua della Madonna contornata di candele e figure di altri santi nella camera di Giulietta. E adora la musica, che nei suoi film diventa protagonista come gli attori stessi. La colonna sonora di Romeo+Giulietta è composta da canzoni prevalentemente rock e pop, dove troviamo i Radiohead accanto a Des’ree ,ai Cardigans e ai Garbage. Questo è un film decisamente datato, ma che non stanca e che mette d’accordo tutti e che si inserisce perfettamente nel contesto delle celebrazioni del quadricentenario della morte del Bardo, nel ventennale del film e per rivedere Di Caprio, fresco di Oscar, agli inizi della carriera.

ROMEO + GIULIETTA
Regia: Baz Luhrmann
Anno: 1996
Casa produttrice: 20 Century Fox
Attori: Leonardo Di Caprio, Claire Danes, John Leguizamo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...