Tutto bene – Paolo Ruffini

il

Ed ecco che ci risiamo: un comico/presentatore/attore che si mette a scrivere libri. E meno male, aggiungo!Come per Faletti, ho acquistato questo romanzo perchè mi piace Paolo Ruffini. E’ simpatico, scanzonato,serio quando è il momento e niente affatto male. La trama ricorda il film ‘Tre uomini e un bebè’, rifacimento anni 80 di una commedia francese, con Tom Selleck: una neonata lasciata sulla porta di un appartamento in cui abitano tre scapoli doc – uno di loro è il padre della bambina- che dovranno per forza prendersene cura. La differenza col film è che qui il padre/scapolo è uno solo e la bambina ha otto anni. Figlia di una cubista che con Stefano ha avuto solo l’incontro di una notte, Sara dominerà l’incasinata vita di Stefano come solo i figli sanno fare, occupandone tutto lo spazio, il tempo e i pensieri, mettendola in ordine e risolvendo un problema alla volta, come se avesse portato con sè la bacchetta magica. Stefano è un attore di successo, che vive nel lusso e nelle comodità che il suo status gli ha regalato, che cambia donna ogni notte, ma che porta un peso che lo ha reso fragile e insicuro e che gli ha lasciato un bagaglio di piccoli riti e abitudini con cui sfogare le sue insicurezze. Ha due amici piuttosto singolari con cui torna alla vita normale dopo aver tenuto banco in pubblico presentandosi col suo nome d’arte, Steve Nigi. Ha una donna delle pulizie che diventerà un importante punto di riferimento nella sua crescita con Sara e infine, una delle tante figure femminili che gli fanno compagnia nel letto che emergerà su tutte diventando per Stefano qualcosa di più. Questi sono i personaggi che troviamo nel romanzo d’esordio di Paolo Ruffini e che sono coinvolti e tutti importanti nella storia di Stefano e Sara. Ho letto il libro in due,tre giorni e ne sono stata conquistata, nonostante le parolacce a flusso continuo: ce ne sono praticamente in ogni pagina, alcune sono piuttosto forti e talvolta costituiscono frasi intere. Dato che fanno parte del nostro quotidiano parlare, nello scritto mi aspetto di non trovarne affatto e specialmente per i libri, ritengo che il loro uso non sia affatto necessario; si possono usare tantissime combinazioni di parole per arrivare allo stesso risultato in maniera meno incisiva ed esagerata. Il linguaggio usato nel romanzo rispecchia cosi tanto lo stile e la parlantina di Paolo Ruffini che spesso ci si dimentica che il protagonista è Stefano Nigiotti e non lui. Ci troviamo cosi di fronte ad un romanzo comico, divertente e pieno di brio che spesso e volentieri mi ha fatto ridere e di gusto (solita figuraccia in pubblico: tu ridi e gli altri ti guardano storto… 😛 ) Ma non ci sono solo battute alla Colorado qui, verso metà romanzo la storia prende un’altra strada pur mantenendo inalterato lo stile: per quanto possa sembrare idillica la convivenza tra padre e figlia, la vita arriva e ti presenta il conto e Stefano deve fronteggiare la possibilità che la mamma della bambina se la venga a riprendere prima del previsto (la permanenza di Sara in casa di Stefano dovrebbe essere temporanea), le sue paure più profonde e radicate e quel passato che ha contribuito a renderlo cosi irrisolto e intimamente fragile. Il capitolo della Comunione di Sara è il punto di svolta della storia e qui è necessario qualche fazzolettino a portata di mano.

Dopo questo evento, le cose cominciano a girare meglio per tutti e si va via veloci verso il lieto fine quasi che tutti si siano preparati al cambiamento che con l’arrivo di Sara si era appena radicato in loro. Una bella storia, leggera quanto basta ma molto intensa e coinvolgente senza essere invadente, come la risposta che si da sempre magari con un filino di noncuranza al tanto inflazionato ‘Come va?’: Tutto Bene.

 

ED. TEA
PP 350
ISBN 978-88-502-2965-9
SITO http://www.nidodelcuculo.it/paoloofficial

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...