Days Are Gone – Haim

Le Haim -sono tre sorelle che han fatto un patto- ovvero: aver composto un album dalle sonorità pop, ma, con uno spirito estremamente rock. Il richiamo al decennio ’80 è il filo conduttore che unisce le 11 tracce del loro album di debutto (2013) ed è ciò che le distingue in maniera quasi anacronistica da tutto il resto.  Le influenze musicali sono molteplici e si mescolano perfettamente con le poliedriche capacità musicali delle tre componenti. Suonano in maniera scorrevoli, come dei pattini a rotelle, le prime 7 tracce, dopo di quelle, l’ascolto richiede un’attenzione più accurata per carpirne l’ingegno sonoro. Il marchio di fabbrica di questo album è dato dai ritornelli: dalla freschezza tipo “Bengles” con l’intensità emotiva alla “Belinda Carlisle”. Chi si presta a darne voce è la leader Danielle, che con la sua particolare tecnica di pronunciare i testi, quasi a denti stretti, e lo spessore vocale caldo e profondo, sembrano parole sussurrate in viaggio sulla macchina del tempo. Alana è la più giovane del trio ed è quella che padroneggia meglio il suono che anagraficamente è a lei più lontano, suonando le keyboard come una vera hair rockstar . Este è la più grande delle sorelle, suona il basso nella banda ed è colei che dovrebbe tenere le redini del gruppo, ma, è una totale fuori di testa. E’ famosa per mostrare le sue facce assurde quando suona, (probabilmente dovuto al diabete) ed ha una forte inclinazione per l’hip hop, fattore che incide non poco, tant’è che in My Song 5, ha visto la collaborazione di un mc tale: ASAP Ferg.

Le Haim provengono da una famiglia di musicisti, nel quale è ben radicato un ancoraggio sonoro nella loro educazione. A differenza delle colleghe più patinate e seducenti, il terzetto fa forza sulla capacità di suonare veramente degli strumenti, anziché fare leva sull’aspetto estetico. Calpestano i palchi dei festival più importanti del mondo e danno un messaggio positivo ed incoraggiante ai loro fans. E’ uscito recentemente un featuring con Calvin Harris “Pray to God” e credo che sia solo l’inizio di una carriera che promette bene. Forse i giorni andati del loro primo album, si riferiscono a quando suonavano nella loro cerchia cittadina, rifacendosi al suono dei The Storkes, ora si apriranno per loro qualche porta in più, come quella della stanza di mia figlia che si è aperta per accoglierle nel suo lettore cd.

 

Annunci

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Ciao!!! Ci tengo ad informarti che il mio sito LE PAROLE SEGRETE DEI LIBRI ha cambiato indirizzo e piattaforma, potrai trovarlo qui:

    http://leparolesegretedeilibri.com/

    Spero vorrai continuare a seguire la mia avventura libresca, iscrivendoti a questa nuova “casa”, ti aspetto…
    Un grande bacio! ❤

    Liked by 1 persona

    1. Elena ha detto:

      Grazie per l’informazione. Un abbraccio !!!

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...