I Cavalieri dello Zodiaco

Sulla scia del successo di Capitan Harlock, uscito l’anno scorso, la Toei Animation ha deciso di portare al cinema un altro mito dell’animazione giapponese, che tanti consensi ha suscitato in patria e nel resto del mondo: I Cavalieri dello Zodiaco. L’occasione era festeggiare i 40 anni di attività di Masami Kurumada, autore del manga con protagonisti i cavalieri e che ha supervisionato l’intera pellicola, fotogramma per fotogramma, autorizzando o meno certe scelte o idee. Crystal, Sirio, Pegasus e Andromeda tornano a proteggere Lady Isabel, o meglio la dea Atena, nella nuova veste della computer grafica (3D). Questo film è un reboot più che un remake: gli autori hanno deciso di rimaneggiare la storia della corsa alle 12 case, modificandola qui e là, col risultato di averla resa un pò diversa da come la conosciamo.
La saga delle 12 case è cosa nota ormai ai più, ma la riassumo per onor di cronaca: Lady Isabel e i Cavalieri di Bronzo, si recano ad Atene, al grande tempio, per incontrare Arles, il grande sacerdote. Ai piedi della prima casa però incontrano Betelgeuse che inizia una battaglia coi cavalieri. Prima di venir sconfitto lancia per l’ultima volta il suo colpo dalle mille frecce. Una colpisce Lady Isabel e qui inizia la corsa contro il tempo: i cavalieri, per salvarla, devono illuminare Lady Isabel con il raggio di luce riflesso dallo scudo di Atena, scudo che si trova nella casa del Gran Sacerdote. Casa che possono raggiungere solo attraversando le case presiedute dai dodici cavalieri d’oro, tanti quanti sono i segni zodiacali occidentali. Hanno solo un’ora per affrontare i cavalieri e per ogni ora che passa Lady Isabel è sempre più debole. Al termine della corsa arrivano alla casa del Gran Sacerdote e qui inizia un battaglia senza precedenti. Nel film uscito nelle sale a gennaio, ritroviamo molto della trama qui sopra raccontata ma anche tante differenze con l’anime, differenze che hanno fatto storcere il naso e gridare allo scandalo i fan della serie. Su internet si leggono molti commenti negativi; tanti deprecano il fatto che Pegasus e compagnia sono stati trasformati in manichini ripuliti e lustrati di fino, che hanno perso parte della loro virilità grazie ai nuovi visi, molto delicati, e che anche le battaglie, cosi come le sofferenze inflitte ai cavalieri, in questo modo assumono connotati sfumati e patinati. A molti non sono piaciute le armature, cosi moderne e tecnologiche, che fanno pensare a Tron per il profilo con contrasto luminoso e ai Transformer per la maniera in cui da semplice medaglietta assumono il loro aspetto finale. Io non l’ho trovato cosi pessimo, anzi. Già solo le ambientazioni, per la loro estrema cura, valgono il prezzo del biglietto. Sono andata al cinema a vederlo perchè è un anime che ho sempre trovato molto interessante grazie all’idea di base (la mitologia)e che ho rivisto molto volentieri sul grande schermo, ma sapevo che non mi sarei trovata di fronte l’anime che ho visto quando andavo a scuola (e il trailer comunque parla da solo).
Non siamo più negli anni 90, la cinematografia e la computer grafica hanno fatto passi da gigante e inoltre bisogna tener conto di un pubblico giovane sì, ma moderno e nato in un’era molto tecnologica. E a dirla tutta, le critiche negative mi hanno spinta a voler sapere quali erano le differenze, che hanno ‘rovinato’ i Cavalieri dello Zodiaco, prima di andarlo a vedere. Cercando materiale su youtube, ho visto un video di circa una ventina di minuti, realizzato da Ivo De Palma-il doppiatore di Pegasus, ma che per me resterà sempre Mirko dei Beehive di Kiss me Licia-che mi ha aiutata a vedere il film senza pregiudizi. Certo direte voi, è di parte, è la voce del protagonista, non può dire male del film, vero, ma molte finezze che sono presenti nel film senza il suo ‘aiuto’ non le avrei neppure notate, fermandomi magari all’apparenza e scuotendo la testa anch’io. Oltre a Ivo de Palma, nella versione italiana, troviamo anche tutto il cast originale dell’anime, in modo che i fan potessero riconoscere le voci storiche dei loro beniamini.
Non vi consiglio la visione di questo video se non avete ancora visto il film e non volete rovinarvi la sorpresa (contiene molti spoiler) semmai guardatelo dopo la visione, a meno che non siate masochisti come la sottoscritta o non siate fan di Ivo de Palma. Vi segnalo anche il video-commento di MrMassy, che, in maniera piuttosto ironica, parla del film; ovviamente anche in questo caso il film guardatelo prima.

Anno: 2014
Regia: Keichi Sato
Casa di Produzione: Toei Animation Company
Protagonisti: Crystal, Sirio, Pegasus, Andromeda, Lady Isabel, i Cavalieri d’oro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...