Cenere – Yrsa Sigurdardottir

Questo romanzo ha molte carte vincenti.
Intanto parte da una vicenda realmente avvenuta, l’eruzione vulcanica del 22 gennaio 1973 sull’isola di Heimaey, in Islanda.
L’autrice, pur facendo parte della nutrita schiera di giallisti dei paesi nordici, non infonde quel pessimismo cosmico che spesso caratterizza i suoi colleghi e che mi costringe ad accostarmi ai loro libri con molta moderazione.
L’intreccio giallo è particolarmente ben costruito, il susseguirsi degli avvenimenti risulta realmente avvincente ed il finale assolutamente non scontato.
Ho anche trovato affascinante scoprire come scorra la vita in un contesto così particolare come quello delle piccole isole dell’Islanda, dove le comunità sono ristrette e le regole sono differenti da quelle convenzionali.
La vicenda è ambientata nell’estate del 2007. Sull’isola di Heimaey si sta mettendo in atto un progetto archeologico che intende riportare alla luce una parte delle abitazioni che sono state ricoperte dalla cenere durante l’eruzione vulcanica avvenuta nel 1973. Markus Magnusson, che all’epoca della tragedia era solo un ragazzino, si oppone strenuamente al fatto che la casa di famiglia sia coinvolta nel progetto di recupero. Il suo avvocato, Thora Gudmundsdottir, non riesce a fermare i lavori, ma ottiene che sia Markus per primo ad entrare nello scantinato. Ed è proprio qui che si scopriranno i cadaveri di tre persone e la testa di una quarta all’interno di una scatola. Markus si proclama subito innocente, spiegando di essere venuto a recuperare la scatola del cui contenuto era del tutto all’oscuro e che gli era stata affidata la sera dell’eruzione dalla ragazza di cui era innamorato all’epoca. La donna, con cui Markus afferma di essere tornato recentemente in contatto, non può però confermare le sue parole perché viene trovata morta. E Markus viene accusato anche del suo omicidio. Sarà il suo avvocato che dovrà indagare allo scopo di poterlo scagionare dalle accuse ma anche, e soprattutto, per venire a capo di una vicenda particolarmente intricata dove per comprendere la verità bisogna prima comprendere la mentalità delle persone coinvolte e svelare antichi segreti.
Mi è piaciuta molto Thora, la protagonista del romanzo. E’ un donna dalla vita complicata, con un ex marito molto impegnato nel lavoro e due figli : una ancora piccola di cui occuparsi, ed un adolescente già a sua volta padre di un bambino. Ma è anche una donna molto concreta e caparbia che, nonostante i rapporti non proprio idilliaci con la polizia, si adopererà con tutti i mezzi per arrivare a scoprire la verità .
Quella narrata è sicuramente una storia forte ma priva di quei risvolti raccapriccianti che forse l’antefatto lascia immaginare. Una storia interessante ed intrigante ben ambientata in uno sprazzo di estate islandese, così inaspettata e piacevole che quasi ti fa venir voglia di passare là le prossime vacanze. Quasi.

Titolo: Cenere
Autore: Yrsa Sigurdardottir
Editore: Il Saggiatore
Pagine:378
ISBN 978-884281806-9

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...