Cago nella rosa dei venti e me ne vado – Manuel Leonardi

il

Quando Manuel, qualche mese fa , mi ha chiesto se ero interessata a leggere il suo libro, lo ha fatto in maniera molto discreta, chiedendo soltanto due righe di feedback qualora lo avessi letto davvero (ndr. con calma, ma li leggo tutti sul serio).

La realtà dei fatti è che sono parecchio indietro con i libri che ci mandano tanti bravissimi scrittori emergenti e all’inizio ho pensato, rammaricandomene un po’, che le mie due righe gli sarebbero arrivate con moltissimi mesi di ritardo, ma non è andata proprio così.

Con un titolo e una copertina del genere, non poteva restare sopito nella libreria virtuale del mio tablet molto a lungo.

Il protagonista è un addetto ai controlli di un aeroporto italiano, e ci racconta le sue avventure-disavventure lavorative di turnista, e del rapporto con il suo lavoro, con i colleghi e con i passeggeri. La cosa divertente, oltre al linguaggio a volte sopra le righe e sarcastico dell’autore, è che mi ci sono ritrovata. Nel rapporto con la sveglia, con i clienti (per lui passeggeri), con le problematiche lavorative, a volte sembrava stesse parlando di me. Sembrava di avere lì di fronte un amico, che in una di quelle serate di chiacchiere e risate, ti racconta la sua giornata al lavoro. E così, in men che non si dica, mi sono scoperta a fare il giochino “quale passeggero sono io?” Non sono la “Vamp”, e nemmeno il “leinonsachisonoio”. Il “domandatore”? No, proprio no. Allora forse “l’indifferente” ? Non sarò mica “l’arrogante” 😉 ?? Di certo non sono “il saccente”. No, non ve lo dico chi sono io, ma voi che passeggero siete? 🙂

A qualunque categoria apparteniate, accettate un consiglio, se viaggiate tanto in aereo, leggetelo attentamente, può dare degli spunti di comportamento e delle spiegazioni utili per viaggiare tranquilli e per rispettare chi fa in modo che il nostro viaggio sia sicuro.

Man mano che scorrevo le pagine di questo libro ho riso, ho aggrottato le sopracciglia pensierosa, mi sono alterata, e mi sono resa conto che in questo Paese, non conta poi molto il lavoro che fai, le problematiche sono sempre quelle, il livello si sta abbassando, in tutti i sensi.

Ma vi assicuro che, se deciderete di leggerlo, riuscirà a strappare una risata anche a Voi partendo dal racconto della routine che ci attanaglia.

Editore Manuel Leonardi
Formato Ebook Anno: 2014
Lingua Italiano
EAN-13 9788868854454
Facebook: Cago nella rosa dei venti e me ne vado

 


Le Blogger di Parole Infinite ringraziano tutti gli autori che inviano il loro materiale per un parere.
Compatibilmente con il tempo a nostra disposizione siamo in grado di assicurarvi che leggeremo tutti i vostri lavori. Ciò che invece non possiamo assolutamente assicurarvi è un articolo sul Blog, il ns contributo non e’ legato ad alcun compenso e ci sentiamo libere di scrivere solo di cio’ che ci emoziona.

 

Annunci

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. ELISA ha detto:

    Il titolo è tutto un programma. Sembra carino. Forse lo scaricherò.

    Mi piace

  2. Roberto ha detto:

    Letto tutto d’un fiato. Un bel libro. Mi ha strappato qualche risata e distratto in un periodo tendenzialmente negativo. Ne vale la pena

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...