Il Club delle ricette segrete – Andrea Israel & Nancy Garfinkel

il

Lo ammetto, anche questo libro mi ha attratto dalla copertina. Mi ha immediatamente ricordato le atmosfere di Chocolat (il film) e sfogliandolo scoprire vere ricette tra le pagine del romanzo ha completato l’opera di seduzione. In pochi minuti ero alla cassa!

Questo libro è essenzialmente la fusione di un romanzo epistolare con un libro di cucina.

La protagoniste sono Val e Lilly. La prima tanto seria, timida e responsabile, quanto l’altra uno spirito libero, indipendente, spregiudicata. La loro amicizia, forte e apparentemente indissolubile, subirà un brusco arresto causato da una menzogna insopportabile che le dividerà per 26 anni.

La morte della madre di Lilly sarà l’occasione per ricominciare a parlarsi, anche se solo tramite e-mail. Uno scambio di messaggi che le porterà a ricordare il passato, quanto negli anni ’60 si scambiavano lettere e ricette ed avevano formato il “Club delle ricette segrete”.
Ma oltre ai ricordi riemergeranno anche i vecchi conflitti.

Attraverso lo scambio di lettere le autrici fanno affiorare la vita delle protagoniste, le loro emozioni, i loro conflitti interiori. E “ciliegina sulla torta” ogni missiva è accompagnata da una ricetta (fidatevi, ne ho provate alcune e non sono male).

L’amore per la cucina  è l’elemento collante della loro amicizia, lo scambio di ricette è un modo per condividere emozioni e sensazioni. Spesso le ricette hanno nel nome, o nella descrizione, l’elemento emotivo che le ha originate.

Il meccanismo è ben costruito, si ha davvero l’impressione di leggere una corrispondenza tra amiche/ex amiche. La cronologia non è lineare, si passa dalle e-mail alle lettere, dal presente al passato. Purtroppo però la trama non regge altrettanto bene. Spesso la storia è forzata e il colpo di scena tanto atteso beh… non c’è! Il segreto che ha allontanato le protagoniste,semplicemente, tanto segreto non è. Anzi, è facilmente intuibile dopo aver letto le prime pagine.

Insomma, un romanzo riuscito per metà.
Bella l’idea della commistione tra narrazione e libro di cucina, con l’escamotage del romanzo epistolare. Debole la storia e l’intreccio. Peccato, l’ennesima occasione mancata!

PS: da provare i “biscotti della Luna” e la “Torta ai mirtilli scaccia la malinconia”!

Editore: Garzanti
pp:383
anno di pubblicazione: 2010
ISBN: 9788811681823

Annunci

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. Monique ha detto:

    Hai ragione, la copertina è invitante! Se poi ci sono buone ricette allora qualcosa vale.

    Mi piace

  2. Elena ha detto:

    Sì, non è del tutto negativo ma l’intreccio è davvero deboluccio !

    Mi piace

  3. Elena ha detto:

    L’ha ribloggato su Infinite Voci.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...