A Voi la Parola!

Il nostro blog si chiama Parole Infinite.
Le parole ci aiutano a definire le cose, ma possono anche assumere delle connotazioni più profonde. Avete una parola a cui tenete particolarmente? Per quale motivo?

Personalmente mi hanno sempre affascinato i termini ‘altrove’ e ‘entropia‘: il primo perchè in parte mi descrive, sono spesso con la testa da un’altra parte e proiettata verso altre cose, il secondo perchè riesce a racchiudere in poche lettere l’idea del disordine che anima il mondo. Mi è sempre sembrata molto più che una semplice parola scientifica. A seguire, nella mia lista ci sono ‘sorpresa‘ e ‘caleidoscopio‘.

E voi?

Annunci

12 thoughts on “A Voi la Parola!

  1. Ciao Natalia,
    curioso questo post … una sorta di indagine sulla “filosofia della parola”!
    Per quel che mi riguarda nell’infinità di parole che ci circondano, con nostro piacere o nostro malgrado, ci sono parole che in effetti recano sensazioni specifiche.
    Il potere di un “Sempre” o di un “Mai”, per esempio, riesco a sentirlo molto chiaramente nei più svariati contesti. Hanno un peso assoluto, quasi fossero elementi di un paesaggio, porzioni di mondo ferme e precisamente individuabili. Amo particolarmente quelle parole, in grado di esprimere questa condizione o, quantomeno, in grado di dare un senso enfatico a ciò cui si riferiscono:
    “Meraviglioso” per esempio. Quanto è bello “Meraviglioso”?
    Il fascino della parola credo, tuttavia, possa raggiungere il vero apice nelle forme dialettali. Io personalmente adoro sopra ogni dire un intercalare tipico napoletano:
    “UUUUUAAAAAAAAAAA” che, alla bisogna, riesce a esprimere soddisfazione, meraviglia, stupore, disappunto … quasi fosse una piccola onomatopea universale dell’anima.
    “UUUUUAAAAAAAAAAA” è una icona.
    Ecco la parola a cui tengo particolarmente! 😀

    Un saluto

    Mi piace

  2. La mia parola preferita è “unisono”: da bambina mi sembrava un termine strano -“Unisono? Ma no è sbagliato, si dice certamente unisuono!”. Ora è la parola che più mi affascina, sia per il suo suono, ma soprattutto per il significato: l’idea di più anime che cantano insieme, che si muovono insieme, spontaneamente, e in perfetta armonia..

    Mi piace

  3. A me è sempre piaciuto il suono della parole “nulla”: è un sostantivo perentorio, assoluto, netto e deciso. Poi utilizzo spesso la definizione “globo terracqueo” al posto di terra e non perché me la voglio tirare ;-), ma perché mi affascina: mi dà l’impressione di una definizione coniata da qualcuno che guardava il nostro pianeta dallo spazio.
    Anche questa definizione mi sembra assolutizzante ed ha quasi un retrogusto new age, mi fa pensare subito al blu dell’acqua e al verde della terra.
    Alla luce di quanto detto, penso che una parola che dovrebbe interessarmi ed affascinarmi particolarmente dovrebbe essere PSICOSI….ma questa è un’altra storia… 😀

    Mi piace

  4. Io ho la certezza che invece mi affascinano i termini che nulla hanno a che fare con l’assoluto, netto e deciso.
    Una delle parole che amo di più è “CAOS”, perché è imprevedibile, perché è sorprendente.
    Un’altra parola che mi affascina è “MISTERO”… quante cose racchiude questo termine? Può avere accezione positiva o negativa, può essere intrigante o spaventoso.

    E poi valgono le parole inglesi ?

    Mi piace

  5. “Perplimersi”. E non aggiungo altro. 🙂
    Odio la parola “puro” o “pura”, mi infastidisce, ma non so perchè.
    Mi piacciono “lapalissiano” e “pantagruelico”, ma non riesco mai ad usarle al momento giusto e così me le perdo! Ti adoro Nat!

    Mi piace

    1. Wow!!! Mi piace vedere che avete scelto delle parole che vi appartengono e in parte vi descrivono.
      ANTONIO: ‘meraviglioso’ il tuo commento :-D! ‘Sempre’ e ‘mai’ mi fanno un po’ paura per il semplice fatto che sono troppo categorici. Da buona siciliana ‘ca scoccia’ (se si traduce perde il significato!) sono d’accordo sul fatto che il dialetto sia una fonte inesauribile di termini e modi di dire assolutamente fantastici! Sarebbe stato gradito un file audio con la tua versione di “UUUUUAAAAAAAAAAA” 😀
      FRANCESCA: ‘unisono’, più lo leggo e più mi sembra una parola veramente evocativa. La definizione che ne dai rende alla perfezione il senso di fondo. Sembra quasi un peccato non utilizzarla.
      ANTONELLA: è vero, le tue sono due parole assolute e contrarie. Forse è il caso di parlare del termine ‘psicosi’ :-P? Scherzi a parte, ‘globo terracqueo’ piace molto anche a me (mi dà l’idea di una terra cicciotta, non so perchè), mentre (di) ‘nulla’ lo associo purtroppo sempre al lavoro (per quei pochi che ringraziano alla fine di una chiamata).
      ELENA (the dark lady): ‘caos’ e ‘mistero’, con i significati che hai dato, sono insieme un buon mix che applicato alla vita potrebbe farla diventare – per usare i tuoi termini – ‘un’imprevedibilità intrigante’! Certo che valgono le parole inglesi, chi meglio di te può sceglierne qualcuna ad hoc 😀
      ANGIOLINA: anch’io ti adoro e mi perplimo perchè hai scelto ‘lapalissiano’ e ‘pantagruelico’. Sono due termini a cui sono particolarmente affezionata perchè mi ricordano mio padre, che invece li usa abbastanza (con tanto di storia annessa). Soprattutto pantagruelico, ama i piaceri della buona tavola.
      ILA PAM: hai espresso un parere sul blog (grazie), ma non hai lasciato la tua parola. A presto.

      Mi piace

  6. Eccomi con le mie due parole preferite. La prima è inquieto. Mi sembra che renda perfettamente quella sensazione negativa, che ognuno di noi ha provato almeno una volta, senza potersi dare delle motivazioni chiare. A me succede spesso tanto che capita che i miei nipoti, povere creature, chiedano “zia, sei inquieta oggi?”.
    La seconda parola è oceano. Solo a pronunciarla sembra che si apra un orizzonte infinito e un po’ fatato.

    Mi piace

  7. Elena “the dark lady” (I like that) ha deciso di evitare di fare un lungo elenco delle parole inglesi che ama alla follia, per suono e per significato, e di condividerne con voi solo una:
    MESMERIZING (sì, avete letto bene, la amo nella sua forma in -ing) 😛
    Significa: ipnotico, affascinante,suggestivo ecc…. e può ovviamente avere accezione negativa o positiva a seconda del contesto. Perché la amo? Non lo so, ma solo a pronunciarla provo un brivido … Elena and her dark side (of the moon), I’m a shape-shifter ! ehehehe

    Mi piace

    1. TIZIANA: per me ‘inquieto’ non è solo un termine negativo, forse perchè lo associo più ad una condizione di agitazione e non di preoccupazione (comunque complimenti ai tuoi nipoti per l’utilizzo appropriato e per il fatto di preoccuparsi per la zia!). ‘Oceano’ è davvero una tra le parole più suggestive e di ampio respiro. Associata ad inquieto a me dà proprio l’idea di qualcosa di vivo.
      ELENA: beh, ne avai indicata anche solo una, ma che parola! Coerentemente con le altre che hai scelto, ha quel quid che la rende una parola duttile, aperta a varie possibilità e per il senso una parola che ti cattura davvero.

      Mi piace

    1. Wow! Scusa se rispondo solo adesso, ma sono stata lontana dalla tecnologia per qualche settimana. Mi fa piacere trovare delle nuove parole e anche cariche di significato! La ‘fantasia’ è tra le qualità che amo scoprire in chi mi circonda. Mi piacerebbe dire la stessa cosa di ‘raziocinio’ ma sfortunatamente mi sto rendendo conto che il buon senso è una dote che scarseggia… Che dire poi di ‘silenzio’?
      Meditiamo 🙂
      A presto!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...