Doll – Fuyumi Soryo

La storia d’amore dei protagonisti di questo shoujo-manga fa quasi da sfondo al tema portante scelto dalla bravissima Fuyumi Soryo (che vi ho fatto conoscere con Mars): il balletto.

La doll del titolo è Marion Blair, ex ginnasta e promettente ballerina cui viene affidata appunto la parte della bambola nel nuovo musical di Ira Graham, affascinante coreografa e produttrice russa e per il quale Marion si era presentata ai provini, sperando di ottenere un ruolo qualunque e non certo quello principale.

Durante i provini conosce Aleksei Romanov, stella del balletto e protagonista del musical. I due iniziano cosi le prove per lo spettacolo e scoprono via via di avere quell’intesa perfetta che sul palco li porterà al successo e fuori a dare vita alla loro storia. Nella seconda parte del manga, Marion e Aleksei sono nuovamente alle prese con un altro musical che però prevede la presenza di due coppie di ballerini e loro due con partner diversi.

La storia dei due inizia cosi a vacillare e le loro indecisioni e delusioni fanno da sfondo alle prove e creano ansie, aspettative, emozioni e altre delusioni. Protagonista assoluto, come dicevo, il balletto: tutti i ballerini coinvolti vengono ritratti dall’autrice nelle stupende ed eleganti coreografie e pose dei personaggi che interpretano e che incantano il lettore. Mariel, Aleksei ma anche Eve, Gil e Paige sembrano sospesi nelle pagine mentre provano o danzano sul palco sotto gli occhi del pubblico.

Come per Mars, anche in Doll Fuyumi Soryo usa tutta la pagina, riservando, talvolta, ai dialoghi piccoli riquadri per lasciare ampio spazio alle figure del balletto. Per sottolineare alcuni momenti topici in cui i ballerini danzano in coppia, Fuyumi Soryo rappresenta nella pagina solo loro, senza sfondo alcuno.

In altre pagine, invece, per come a rappresenatre lo stato d’animo e le emozioni dei ballerini, troviamo le tavole piene di disegni e dialoghi inseriti in modo quasi caotico. Il modo di disegnare i volti usato per Mars è qui decisamente ingentilito e talvolta più dettagliato: le espressioni tipiche di un ballerino sono state sapientemente replicate, e i corpi dei ballerini esprimono tutta la grazia e l’eleganza che troviamo nei ballerini in carne e ossa. Un’altra prova di Fuyumi Soryo superata brillantemente.

Volume autoconclusivo
Ed. Amici-Starcomics

Annunci

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. mchan84 ha detto:

    Ho adorato Mars e non ho potuto fare a meno di adorare anche questo ennesimo capolavoro. Che rileggo sempre molto volentieri ed ogni volta sorprendendomi della dolcezza che l’autrice lascia trasparire dalle immagini.
    Mchan

    Mi piace

  2. Manuela ha detto:

    Grazie mchan84 per il tuo commento. Quasi quasi preferisco questo a Mars, perchè tratta della danza che adoro! Infatti questo l’ho riletto anche recentemente, di Mars invece ho riletto solo il gaiden a suo tempo per scrivere il post.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...