Pista Nera – Antonio Manzini

Durante la convalescenza – mi sono dovuta disintossicare a seguito di una crisi acuta di abuso di ruzzle – ho letto alcuni libri che non hanno lasciato il minimo ricordo. Tutti a parte questo giallo di Antonio Manzini che si legge tutto di un fiato.
Protagonista di Pista Nera è Rocco Schiavone, vicequestore da poco trasferito da Roma ad Aosta. Quando a Champoluc viene rinvenuto il cadavere di un uomo investito da un gatto delle nevi, Rocco si trova ad indagare in un ambiente a lui completamente estraneo. Il freddo intenso, la neve, la mentalità della piccola comunità montana sono per la sua indagine ostacoli altrettanto insidiosi degli espedienti messi in atto dall’assassino per coprire le proprie tracce.

Il morto risulterà essere un catanese sposato da poco con una bella donna del posto, proprietario con la moglie di un lussuoso rifugio da poco ristrutturato. Nonostante lo scempio causato dal mezzo cingolato risulta chiaro che si tratta di un omicidio. L’indagine si dipana su più piste. Il morto, di famiglia siciliana e facoltosa, potrebbe essere rimasto vittima di un delitto di stampo mafioso. Oppure potrebbe essere implicato l’ex fidanzato della moglie, che fa parte della piccola comunità di Champoluc, colto da un attacco di gelosia alla notizia che l’ ex fidanzata aspetta un figlio. O potrebbero esserci motivi economici legati alle ingenti spese sostenute per la ristrutturazione dello chalet. Le piste si intrecciano e poi si dipanano con chiarezza grazie alla abilità investigativa del vicequestore.
Per ciò che riguarda la personalità certamente Rocco Schiavone ne ha da vendere. È arrogante, aggressivo, tratta senza alcun rispetto le persone in generale e le donne in particolare. Visto che è stato trasferito suo malgrado per motivi disciplinari decide di ingaggiare una lotta – peraltro impari – con tutto ciò che lo circonda. Si ostina a indossare solo Clarks anche con la neve al ginocchio e un misero loden che non può competere col freddo intenso delle montagne e soprattutto con la sensazione di freddo che percepisce chi non è abituato. Ma soprattutto usa metodi poco ortodossi nelle indagini, intimidendo e usando sottoposti, testimoni ed indiziatati.
Nel corso del romanzo scopriremo che è stato ed è tuttora un poliziotto corrotto, che ha una sua legge ma anche una sua morale. Non fa e non si fa sconti. Nasconde una ferita profonda, con cui ancora non riesce a convivere. Per tutto questo il sentimento che si prova nei suoi confronti oscilla spesso dalla irritazione alla pena. Oltre ad una sana invidia, a tratti, per il coraggio che ha di mostrarsi esattamente per quello che è.

Oltre alla intensità del personaggio di Schiavone nel libro c’è poco altro. Pero l’intreccio del giallo è avvincente così come la maestria con cui l’autore riesce a far vivere al lettore il succedersi degli eventi proprio come se si fosse presenti. Sotto questo aspetto l’esperienza di  Manzini come regista risulta evidente. Il linguaggio non è certamente alto -e non potrebbe altrimenti – però la freschezza e quasi il candore quando si descrive il paesaggio sono un escamotage dell’autore per acuire la contrapposizione tra i due mondi che si trovano a convivere faticosamente in questo romanzo.
Al di fuori di una certa propensione per la spettacolarizzazione sul finale, Pista Nera mi è piaciuto; soprattutto ho avuto l’impressione che ci sia ancora molto da conoscere e da capire del vicequestore Rocco Manzini. E non mi dispiacerebbe farlo.

Sellerio editore
Romanzo giallo
273 pagine
ISBN 88-389-2909-2

Annunci

3 thoughts on “Pista Nera – Antonio Manzini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...