Tutti i figli di Dio danzano – Murakami Haruki

Murakami ci racconta di “incontri” che cambiano la vita, che fanno dimenticare il passato o danno un senso per continuare a vivere il futuro.
Sei racconti ( di una ventina di pagine ognuno) che hanno come sfondo comune il terremoto di Kobe del 1995 e che raccontano storie di amore, di amicizia, di coraggio, di sofferenza.
Sei racconti semplici ma che scendono in profondità, soprattutto ad una seconda lettura. I richiami a concetti e tipologie presenti in altri libri dell’autore è evidente, così come lo sono i richiami in parte autobiografici sparsi qui e lì nei testi. Alcuni racconti, soprattutto quello che dà il nome alla raccolta e Torte al miele, sono sorprendenti perché colpiscono nel segno, toccando delicatamente le corde dell’animo del lettore. Racconti che ci parlano di emarginati, sconfitti, personaggi solitari che hanno però un guizzo, una possibilità, una chance per risalire e continuare a lottare: che si tratti di un pacchetto misterioso, di un possibile amore, della possibilità di salvare il mondo o della scoperta del proprio padre, i protagonisti di queste sei storie trovano una nuova ragione di vita, per sorridere e tirare avanti. Racconti che non si completano del tutto, lasciando una porta aperta con un finale quasi sempre appena accennato, volutamente sospeso. La speranza, in questi racconti, appare sempre nelle forme più bizzarre: una scatola di legno dal contenuto ignoto; un falò sulla spiaggia; la ricerca di un padre fantasma in un campo da baseball; un autista thailandese; un ranocchio parlante; l’orsetto di una fiaba.
Personaggi, folletti od oggetti forse cari alla cultura giapponese e shintoista, oppure frutto della fervida fantasia dell’autore.
I personaggi sono altrettanto particolari ed interessanti, tratteggiati velocemente, in modo incisivo, grazie ad una caratterizzazione curata e potente: non tanto o per nulla nelle descrizioni delle figure e dei gesti, piuttosto nell’esposizione credibile delle loro devianti vicende passate.
Passati terremotati insomma, che nella fantasia e nel destino si annullano, in un futuro di luce.
Atmosfere rarefatte e molto  lontane da noi, immerse in una cultura, quella giapponese, che affascina e che allo stesso tempo si allontana dal nostro comune sentire. Un autore, Murakami Haruki che riesce a condensare, in poche pagine, alcuni dei suoi elementi ricorrenti – l’onirismo, l’amore per la musica, il mistero, l’amore improvviso e le emozioni che sanno dare i gesti minimi ma necessari.

Un autore che consiglio a chi ha letto la più nota Yoshimoto ( e che l’abbia più o meno apprezzata), perché la letteratura giapponese può avere anche altre declinazioni.
読んで良い  (Buona Lettura)

EDIZIONI: Einaudi
ANNO: 2005
Pagg: 155
ISBN-13: 9788806201548

Annunci

5 thoughts on “Tutti i figli di Dio danzano – Murakami Haruki

  1. Per chi, come me, ama follemente la letteratura Giapponese, la tua seppur vera asserzione sulla fama della Yoshimoto suona quasi come un insulto. E so benissimo che tu non lo indendevi così, ma non posso farci nulla.
    La Yoshimoto, che tu sai benissimo essere stata per anni una delle mie letture abituali è più, come dire, adolescenziale. Quando leggevo i suoi libri, a 16 e 17 anni, la adoravo.
    Murakami, è più profondo, più complesso, più onirico. È il Maestro della letteratura Giapponese. Posso perdermi tra le sue righe.
    Questo libro poi, oltre a portare con se la magia della sua scrittura, ha per me un significato importante, è stato una “coincidenza” Natalizia inaspettata e graditissima. 😉

    Mi piace

    1. Lo raccontiamo? Che a Natale dell’anno scorso ci siamo regalate lo stesso libro? 🙂 Non volevo insultarti Banana, lo sai. Solo che io preferisco Murakami.

      Mi piace

      1. In realtà tu hai insultato Murakami 😛 e hai elevato Banana !!! e comunque raccontiamolo che io e te siamo AMICHE e ci regaliamo gli stessi libri 😆

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...