L’isola delle cameriere – Milena Moser

Questo libro e’ stato pubblicato nel 1999, quindi non proprio una novità, ma nel mio universo personale la cattiveria e’ sempre di moda. Anzi, visto il periodo che attraversiamo, una dose di sana ed ironica cattiveria la considero catartica. E dopo questa attenta analisi sociologica passiamo alla trama.

La strampalata protagonista di questa storia e’ Irma, ventottenne cameriera, con alle spalle due grossi fallimenti. La sua carriera di ballerina e’ stata stroncata da uno sviluppo spropositato che l’ha portata in breve tempo ad una altezza di un metro e ottantotto. Poi ha interrotto gli studi di psicologia dopo la fine disastrosa della sua grande storia d’amore.

Quindi Irma e’ cameriera, suo malgrado, in casa di alcune famiglie della media e alta borghesia della sua città. E, in spregio all’ipocrisia dei suoi datori di lavoro, mette in atto le sue azioni di rappresaglia: mangiare e bere a sbafo, curiosare ovunque e leggere documenti riservati, pulire poco e solo in apparenza.
In particolare la persona che più attira le attenzioni di Irma e’ la dottoressa Schwarz. In effetti la dottoressa e’ veramente insopportabile: sempre acconciata e vestita in modo impeccabile, un lavoro gratificante e di prestigio, un marito agli ordini e 4 figli come soldatini. Ma la perfezione non esiste. Infatti la dottoressa nasconde un laido segreto: ha segregato in condizioni disumane, in una lurida stanzetta della cantina, la suocera Nelly perché  non riusciva ad adattarsi alle rigide regole di comportamento da lei stabilite. Irma lo scopre e, dopo averla liberata e portata a casa sua, si prende cura di lei con dedizione. Ma decide anche che questo crimine non può rimanere impunito ed escogita quindi un piano per distruggere tutto ciò che sta a cuore alla dottoressa Schwarz. E lo mette in atto con astuzia ed inventiva. Ci sarà da divertirsi.

E questo libro divertente lo e’ davvero. Irma e’ divertente perché e’ buffa e sgraziata ed anche perché usa il potere che le viene dal fatto di essere considerata invisibile per fare un po’ quello che vuole. In realtà e’ lei che, conoscendo tutte le debolezze dei suoi datori di lavoro, li manovra da buona psicologa e li spinge a collaborare inconsapevolmente al piano che sta mettendo in atto. Ed e’ molto interessante il rapporto che si instaura tra Irma e Nelly perché l’accudimento diventa reciproco.Per prendersi cura di Nelly, infatti  Irma dovrà abbandonare la sua vita un po’ disordinata e cialtrona e questo la spingerà ad avere una nuova prospettiva di sé ed anche a fare una scelta non convenzionale.

Ma in effetti in questo libro non ho trovato nulla di convenzionale e questo lo considero un pregio. Inoltre ho apprezzato la capacita’ dell’autrice di intrigare il lettore quando introduce nei personaggi un dettaglio o un aspetto che ne cambiano completamente la personalità .
Se vi e’ rimasta la curiosità di sapere perché il libro abbia questo titolo vi svelerò allora che l’isola di cui si parla e’ la meta del viaggio che le due protagoniste sognano di fare a vendetta ottenuta.

Edizioni e/o
187 pagine
ISBN88-7641-374-X

Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

  1. Natalia ha detto:

    Dopo aver letto la tua recensione, la curiosità era talmente tanta che ho iniziato a vagare per le librerie alla ricerca di questo titolo. E’, purtroppo, introvabile! Ma non mi sono lasciata scoraggiare e, dopo parecchi tentativi, sono approdata in bilbioteca. Devo dire che ne è valsa davvero la pena! Il libro si legge tutto d’un fiato e Irma è veramente un personaggio a cui ci sia affeziona. Apparentemente svagata, ma in realtà attenta a tutto ciò che la circonda, si lascia trasportare dagli istinti (non avrei mai immaginato che il terzo viaggiatore potesse avere quel ruolo) e riesce contemporaneamente ad architettare un piano perfetto.
    Concluso il libro ho riletto la tua recensione: assolutamente perfetta!
    Ottimo consiglio.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...