Parti in fretta e non tornare – Fred Vargas

Parti in fretta e non tornareDopo la delusione del libro, al rientro a casa mi sono buttata su un usato sicuro rileggendo questo giallo della Vargas che mi ricordavo molto bello. In effetti non delude anche ad una seconda lettura perché in questo caso l’autrice riesce a mantenere un equilibrio perfetto tra la concretezza insita nel genere stesso e la sua propensione per tutto ciò che e’ fantasia, leggenda magari legata ai luoghi francesi e spesso bretoni in cui ambienta i suoi romanzi.
In questo caso siamo a Parigi e non certo la città metropolitana ma quella dei quartieri più pittoreschi così come pittoreschi sono i personaggi che li abitano. E anche strani e bizzarri ma il modo in cui la Vargas li descrive e’ molto affascinante. Non solo non li dimentichi ma diventa un vero piacere aspettare la prossima avventura del commissario Adamsberg, lo spalatore di nuvole, e del suo vice , il concreto Danglard perché anche se l’intrigo dovesse essere deludente sicuramente non lo sarà questa parte del romanzo.

In questo romanzo il commissario Adamsberg e’ appena arrivato all’anticrimine della questura di Parigi insieme al fedele Danglard e, mentre ancora fatica a memorizzare i nomi dei componenti della nuova squadra, si trova alle prese con un caso che rischia di far precipitare la città in un antico orrore. In un quartiere di Parigi due volte al giorno un banditore legge pubblicamente gli annunci che vengono lasciati nella sua urna.

Solitamente i contenuti sono legati alla vita del posto ma ultimamente vi sono anche delle strane missive, tratte da testi antichi, che sembrano accennare a una oscura e terribile minaccia che si sta avvicinando. Contemporaneamente vengono dipinti dei quattro rovesciati su tutte le porte tranne una di alcuni palazzi della città . Adamsberg riesce con l’aiuto di un medievalista a comprendere il legame oscuro tra questi due avvenimenti che poi si concretizzera’ in una serie di omicidi, e da qui prenderà il via una avventura piena di colpi di scena e con un corollario di personaggi che contribuiranno  continuamente al dipanarsi degli avvenimenti.

In questo romanzo l’intreccio e’ particolarmente felice ed anche la risoluzione finale risulta estremamente credibile.

Eppure si mantengono tutte le migliori caratteristiche della Vargas, come la freschezza e la originalità, senza esagerare come avviene in altri romanzi in cui la fantasia supera il limite della credibilità.

Per tutte le stagioni ma attenzione perché il commissario Adamsberg da’ dipendenza

Einaudi Stile libero
Pagine 330
ISBN 978-88-06-18265-6

Annunci

3 thoughts on “Parti in fretta e non tornare – Fred Vargas

  1. Davvero interessante! Dosare concretezza e fantasia creando un equilibrio tra le parti credo sia una delle cose più complesse nell’impostazione di un libro. Inoltre il fatto che ti sia piaciuto ad una seconda lettura vuol dire che ne vale la pena 🙂 Personalmente non ho ancora mai riletto un libro per paura che possa deludermi il fatto di ricordare almeno in parte la trama (mi piace quel senso di scoperta!), ma credo che lo farò a breve con un testo di cui conservo un piacevole ricordo.

    Mi piace

    1. Cara, come si vede che non sei psicolabile!
      Io non solo sono una accanita rilettrice di ciò che mi e’ piaciuto – naturalmente a debita distanza – ma mi e’ capitato di ricomprarmi libri che già possedevo come se non li avessi mai neppure visti!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...