I terribili segreti di Maxwell Sim – Jonathan Coe

Non avete mai avuto la sensazione di essere un po’ psicolabili?

Io ultimamente spesso. Prima ho annegato l’ iPhone senza avere salvato niente di niente, e poi sono partita per le vacanze portando un unico libro che era brutto, ma così brutto che non posso far finta di niente.

Va bene, quanti romanzi ho letto che non mi sono piaciuti? Noiosi o inverosimili o semplicemente non il mio genere? Tantissimi! Allora perché recensire proprio questo? Forse perché mi ha innervosito il fatto di non avere alternativa o, semplicemente, quando uno e’ psicolabile con qualcuno se la deve prendere.


Il romanzo di Coe, leggendo il retro di copertina, sembra il giusto mix da portare in vacanza: umorismo ma con risvolti umani forti in un contesto moderno di crisi economica nonché di valori. Non manca niente e infatti c’è troppo, anzi c’è tutto. Da subito si precipita in un abisso di depressione alla sola idea che esistano persone come il protagonista del romanzo, Maxwell  Sim, che e’ stato prima lasciato dalla moglie che se ne e’ andata insieme alla figlia. In conseguenza a ciò Max e’ caduto in depressione e quindi allontanato dal lavoro. Non avendo amici si e’ recato inutilmente da Londra a Sydney per andare a trovare il suo unico parente, il padre, con cui ha da sempre un rapporto inesistente. Nel viaggio di ritorno il vicino di posto, che stava tediando con noiosi discorsi, muore di infarto senza che lui se ne accorga.

Devo proseguire? Sappiate che nella parabola della vita di questo sventurato si arriverà a sapere che il padre e’ un gay il cui unico rapporto eterosessuale ha generato la povera creatura e che lo stesso Max, una volta riflettuto sull’argomento, scoprirà di essere omosessuale. E non basta, perché quando finalmente sembra che si sia trovato un senso a questa accozzaglia di avvenimenti c’e un colpo da maestro da film di serie B: Max scopre di essere un personaggio letterario e incontra il suo creatore che gli rivela che sta per porre fine alla sua esistenza. Spero che non siate rimasti delusi se vi ho raccontato il finale e comunque vi ho risparmiato molti episodi che potrete sempre apprezzare di persona se siete coraggiosi. Se il romanzo non brilla come racconto della vicenda umana del protagonista direi che e’ ancora più opaco nella visione più sociologica(?).

Insomma se volete leggere dei problemi dei nostri tempi e della crisi generale che li caratterizza io punterei su qualcosa di diverso. Magari meno compiaciuto ma più verosimile. E porterei  un libro di riserva in vacanza.

Meditate gente, meditate

Universale economica Feltrinelli
363 pagine
ISBN 978-88-07-72353-7

Annunci

13 commenti Aggiungi il tuo

  1. Antonella ha detto:

    Ti dirò la verità, dopo aver riso un bel pò leggendo la tua recensione mi sa mi sa che mi è venuta un pò di curiosità per questo libro … oddio … sarò mica anch’io un pò psicolabile?!?! … (ho smesso di ridere!) …

    Mi piace

  2. Antonio ha detto:

    AHAHAHAHAH … fantastico! …sto ancora ridendo! 😀

    Mi piace

  3. Tiziana ha detto:

    Cara Antonella, siamo tutti un po’ psicolabili! Benvenuta nel club. Io non ti consiglio di indagare con questa lettura il tuo grado di instabilità mentale ma, se insisti, ti posso sempre inviare la mia copia del libro tanto dubito fortemente di rileggerlo. Fammi sapere!

    Mi piace

    1. Antonella ha detto:

      La cosa esilarante è che tu hai scritto una recensione assolutamente negativa su un libro che saresti pronta a “bruciare in pubblica piazza” e noi psicolabili siamo sempre più incuriosite 😀
      … libro e Iphone permettendo, spero che le vacanze almeno siano andate bene 😉

      Mi piace

  4. Elena ha detto:

    Io sono psicolabile, Tiziana me lo presti ? 😀
    Ps: come sta l’Iphone ?

    Mi piace

  5. Natalia ha detto:

    Dalla tua descrizione (spettacolare!) sembra che questo sia uno dei casi in cui nel titolo è celato il contenuto: terribile 😀
    Col senno di poi non si può dire che non ti avesse in qualche modo avvisata… 😛

    Mi piace

    1. Tiziana ha detto:

      Cara mia, tu si che sei una saggia! Del resto mi era chiaro dal tuo entusiasmo per i promessi sposi del trio che io, avendo all’epoca 8 anni e molti mesi, ricordo benissimo. Erano veramente spettacolari! Grazie per la dritta, cercherò sicuramente di procurarmeli!

      Mi piace

  6. Tiziana ha detto:

    Ragazze comincio a preoccuparmi per voi!?! Elena,se proprio ti vuoi rovinare le vacanze guarda stasera sotto lo zerbino. L’iPhone sta benissimo e ti saluta. Sai cosa mi dispiace di più della dipartita del vecchio (si fa per dire perche’ era giovine come l’acqua)? I video e le foto perse del concerto di George! So che tu micapisci!

    Mi piace

  7. Eraldo ha detto:

    Bello leggere un club di “Psicolabili”, in questo periodo quattro risate non fanno male.
    Continuate così.
    Ciao

    Mi piace

  8. Elena ha detto:

    Il club delle psicolabili potrebbe essere il giusto sottotitolo per il nostro Blog!!!

    Cmq, ieri sera arrivo a casa intorno alle 19:30 e cosa mi trovo davanti alla porta con un bel post it appiccicato sulla copertina???

    Il libro incriminato

    Tiziana, la mia spacciatrice di libri. Ma come facevo prima di conoscerti ???

    Eraldo, Aren’t you happy to be among psychologically unstable persons? 😛

    PS: No, George no!!! Tra l’altro, piccolo Off Topic, Oggi nelle radio inglesi c’è l’anteprima del nuovo singolo White Light !!

    Mi piace

    1. Antonella ha detto:

      Fantastico!!! uahuahuahuah
      PS: il nuovo di George???!!!! me gusta!!!

      Mi piace

    2. Eraldo ha detto:

      Dear Elena, I’m very happy!!!
      Buone Vacanze

      Mi piace

  9. Elena ha detto:

    L’ho letto! Non mi è piaciuto!
    Non so se perché influenzata dalla tua recensione o meno, ma non è proprio il libro per me…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...