H/H – Banana Yoshimoto

 Letteratura Giapponese, di nuovo ! Ormai lo sapete, mi piace! E ho letto tutto di Banana Yoshimoto. Non fatevi impressionare dal nome (d’arte), non c’è nulla di comico qui!

H/H ovvero Hard Boiled e Hard luck. Due racconti lunghi che sembrano tratti da una sceneggiatura di un tipico film giapponese. Il tema, caro a Banana Yoshimoto, è la morte e la rinascita dalle proprie ceneri. L’intento era quello di dar vita a due racconti inquietanti, con presenze strane, fantasmi e sogni nei quali si mescolano presentimenti, ricordi e ansie represse.

Hard Boiled: si svolge tutto nello spazio di una notte. Dopo una gita solitaria, una giovane raggiunge un paesino e stanca decide di fermarsi per la notte in un hotel. Al calar della notte una strana atmosfera, inquietante e malinconica le fa rivivere momenti del suo passato, incontra il fantasma di una donna che vive in quell’hotel da giorno del suo suicidio, ricorda la sua relazione con Chizuru, e la sua morte in un incendio…

In Hard-luck la protagonista si reca tutti i giorni in ospedale a trovare la sorella Kuni, in coma a causa di un’improvvisa emorragia cerebrale. Qui incontra Sakai, fratello del fidanzato di Kuni. I due si innamorano. Ma le condizioni di Kuni peggiorano e lei muore. Il giorno dei funerali i due riescono a esprimere finalmente i loro sentimenti, ma il dolore è troppo forte per permettergli di vivere il loro amore, così si danno appuntamento per un prossimo futuro, in Italia, lontano da quel dolore accecante e dalla morte.

Il problema è che, sebbene le atmosfere siano riuscite, la trama non è abbastanza forte, ovattata dalla malinconia che aleggia in entrambi i racconti. Certamente non è il lavoro migliore della Yoshimoto.

Annunci

9 thoughts on “H/H – Banana Yoshimoto

  1. Finalmente trovo un pò di tempo per leggere con calma le recensioni delle mie ‘colleghe’ 🙂 Sai che finora non ho mail letto niente della Yoshimoto? Visto che questo libro non ti ha particolarmente entusiasmata, quale invece ti sentiresti di consigliare?

    Mi piace

  2. ahi qui bisogna rimediare mia cara Natalia ! 😀
    Beh è dura, ha scritto moltissimi testi, alcuni belli, altri un po’ meno. Ho sempre avuto l’impressione che autori che sfornano da decenni un libro all’anno a volte si perdano nella ripetitività, nell’essere obbligati dalle circostanze a scrivere e a sfornare un racconto anche quando c’è troppo poco da dire per creare una storia degna di nota.
    Cmq se non hai mai letto nulla della Yoshimoto è d’obbligo almeno la lettura di KITCHEN, di NP, di SLY… ma ce ne sarebbero molti altri. Il trucco, a parer mio, con i testi della Yoshimoto, è di leggerli a ditanza di tempo l’uno dall’altro, perchè le atmosfere hikikomori e un velo di tristezza che aleggiano nei suoi racconti, possono sì creare dipendenza da una parte, ma anche annoiare dall’altra. Bisogna leggerla a piccole dosi.

    Mi piace

  3. Grazie per la dritta 😀 Effettivamente notavo dalla sua biografia che ha scritto parecchio… Ne sceglierò uno da leggere prossimamente! Ma cosa sono le atmosfere hikikomori?!

    Mi piace

  4. Hikikomori significa “ritiro” in giapponese. Questo termine di solito si usa per riferirsi ad un comportamento adolescenziale che consiste nell’isolarsi dalla società e dalla famiglia rinchiudendosi nella propria stanza per un periodo superiore a sei mesi.

    Mi piace

  5. Ciao, grazie per il benvenuta! 😉 Ho letto “Gridare amore dal centro del mondo” di Kyoichi Katayama, triste ma bello! (E regalato dall’ex storico!!). E ho a casa ancora da leggere “Confessioni di una maschera” di Yukio Mishima. L’hai letto? Visto che sei amante della letteratura giapponese, sei hai qualche bel libro da consigliare ben venga!! 😉 Buon wk!!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...