Notte Buia, Niente Stelle – Stephen King

Spesso leggendo i libri mi capita di chiedermi: e se mi capitasse una cosa simile, io come reagirei? Questa è esattamente uno di quei casi! Stephen King tesse nei quattro brevi racconti di questo libro una sottile linea nera che ti porta alla fine del libro a porti qualche domanda. Si parte da eventi che potrebbero succedere a tutti nella vita prima o poi: la differenza la fa la reazione di ciascuno.

Nel primo racconto 1922 ci troviamo nelle sperdute campagne del Nebraska alle prese con una moglie autoritaria e spocchiosa che mette a dura prova i nervi del marito al punto di spingerlo a coinvolgere il figlio poco più che adolescente in un omicidio. I problemi cominciano quando la signora decide di riscattare la sua morte.

Nel secondo racconto intitolato Maxicamionista Tess, una scrittrice di romanzi gialli, sprofonda nell’incubo dello stupro. Scampata fortunosamente alla morte concentra tutte le sue forze nell’ordire una vendetta violenta e dolorosa, che arriva a coinvolgere anche chi vive attorno al camionista psicopatico. Trasformandosi così da vittima in carnefice.

Ne La giusta estensione King ci pone di fronte all’annoso problema se si è disposti a far fortuna a discapito altrui. David Streeter si trova a firmare uno strano accordo con un venditore incontrato accidentalmente per la strada  e da quel momento la sua vita prende una strana scia positiva mentre al suo ‘sfortunato’  amico Tom cominciano ad accadere una serie di tragici eventi.

L’ultima storia è quella di Darcy Andersonn che in Un bel matrimonio scopre accidentalmente che suo marito, col quale vive felicemente da molti anni, in realtà è un serial killer che uccide le donne dopo averle torturate. Bob, interrogato dalla moglie, le racconta di essere letteralmente impossessato ed animato da un suo vecchio compagno di liceo che agisce attraverso di lui.

Vi pongo una domanda: voi come reagireste alle continue vessazioni e provocazioni di una moglie non proprio simpatica? O all’elaborazione di uno stupro e di tentato omicidio? Dinanzi ad un benefattore che non richiede nulla per regalarvi la felicità (tranne che l’infelicità di una persona a vostra scelta!)? O infine dinanzi alla scoperta di essere sposati con un serial killer? Stephen King lo ami o lo odi! Io decisamente lo amo! Riesce a dipanare delle storie che inizialmente risultano anche banali a volte, ma che in realtà hanno un gusto a scoppio ritardato: si lasciano assaporare col tempo, a libro chiuso, lasciandoti una sottile inquietudine che sfocia a volte in ansia e paura. Tutto può succedere….e soprattutto a tutti può succedere! Incubi e paure materializzati nella quotidianità di chiunque! Proprio questa possibilità mi spinge a seguire uno dei consigli che lo stesso King dà: non guardare mai sotto il letto dopo aver spento la luce in camera prima di dormire….e se lo dice Stephen…..

Annunci

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. Elena ha detto:

    Non sono una grande fan di Stephen King, lo ammetto, ma il tuo articolo mi è piaciuto moltissimo pur non avendo letto il libro, a parte l’ultima frase. 😉 Mi sono ritrovata a leggerlo il giorno della pubblicazione a tarda sera. Ho spento il pc e sono andata a dormire come se nulla fosse. Se non chè, al buio, nel mio letto, una vocina malefica nella mia testa ha iniziato a sussurrare “non guardare mai sotto il letto dopo aver spento la luce in camera prima di dormire”. Oh cavolo! E che ci sarà mai sotto il letto ? La suggestione ha fatto il resto …. Anto, mi devi una buona notte di sonno…… perso.

    Mi piace

    1. Antonella ha detto:

      Ahahahahahah!
      L’ho detto che King agisce sulla lunga distanza.
      Io normalmente in questi casi applico il detto popolare “non è vero, ma ci credo”!
      E poi, sai com’è, le vocine malefiche adorano il buio 😀
      …sogni d’oro, Elena….

      Mi piace

      1. Elena ha detto:

        avrai sulla coscienza le mie notti insonni…. 😀

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...